Pubblicato in: Articoli, Validi

Disfagia: cos’è, come si riconosce, come trattarla e come gestire la dieta della persona disfagica in casa

Articolo di Donata Viero

disfagia-gola-disabili

Lo speciale di disabilicom sulla disfagia: sintomi, diagnosi, diete e consigli utili per persone con problemi di deglutizione

Al nome disfagia qualcuno potrà riconoscere un disturbo con cui ha già avuto a che fare, una parola di cui ha già sentito parlare, una problematica che è subentrata nella propria famiglia o che vi sta subentrando in questo momento… Ebbene, ognuno avrà le sue buone ragioni per conoscere o meno questo disturbo che comunque, al di là delle proprie esperienze personali, è parecchio diffuso fra la popolazione soprattutto anziana, e coinvolge molte famiglie che spesso hanno bisogno di utili direttive per conoscere al meglio questa difficoltà. Direttive e consigli che possono essere utili anche a chi la disfagia non ce l’ha ma vuole imparare a riconoscerla o a gestirla in altre persone. Alla gestione della persona con difficoltà nella deglutizione abbiamo dedicato il nostro speciale disfagia nella quale approfondiamo sintomi, trattamenti, consigli e ricette.

COS’E’ LA DISFAGIA – La disfagia , o più comunemente disturbo della deglutizione, consiste nell’incapacità di deglutire bene il cibo oppure anche soltanto i liquidi perché qualcosa nel nostro naturale percorso fisiologico, che porta il bolo dalla bocca allo stomaco, si inceppa.
A lungo andare, questa deviazione sbagliata del corso del cibo può comportare seri danni per la salute; primi fra tutti l’aspirazione (ossia la presenza di cibo nelle vie aeree) e la polmonite ab ingestis che può sfociare in esiti infausti.

CHI COLPISCE LA DISFAGIA– Solitamente la disfagia colpisce gli anziani, infatti è una delle conseguenze più immediate di ictus, ischemie, o demenze senili/morbo di Parkinson ma non risparmia persone più giovani: ad esempio, possono esserne interessati anche i bambini e i neonati con particolari malformazioni congenite o a seguito di gravi traumi, e adulti di diverse età, specie in presenza di patologie di tipo neuromuscolare, vascolare o traumatico.

COME IMPARARE A CONVIVERCI – Ci sono vari gradi di disfagia, più o meno seri.
Non bisogna allarmarsi perché per ogni grado di disfagia c’è la cura specifica e la dieta adattata. In commercio poi ci sono tantissimi ausili che aiutano la persona con disfagia e coloro che la assistono a vivere in maggiore tranquillità il momento del pasto.
L’importante è seguire attentamente le indicazioni dei medici specialisti e spingere la persona interessata dal disturbo a fare da sola, rieducarla al piacere del cibo ed insegnarle modalità alternative per nutrirsi.

Proprio per darvi una mano a conoscere più da vicino questo disturbo e per integrare i consigli che già vi daranno in ospedale o in ambulatorio, abbiamo predisposto per voi questo speciale interamente dedicato alla disfagia consultabile su Disabili.com nell’area Anziani.
Abbiamo trattato tutti gli argomenti di maggior interesse, riservando uno spazio anche ad alcune ricette particolarmente stuzzicanti, che faranno ritrovare il piacere di mangiare anche a chi vive questo momento con problemi e ansie!

Dateci un occhio: potrete trovare molte informazioni interessanti e vivere la disfagia vostra o dei vostri familiari in maniera più serena e consapevole.

 

Articolo su Disabili.com

Annunci

Autore:

scrittore, lettore, sognatore, autore, pensatore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...