Pubblicato in: Articoli, Validi

La Fisioterapia è anche “WII”

Il servizio di fisioterapia ha un nuovo strumento per la riabilitazione dei suoi pazienti: la Wii fit Plus. Sono sempre più numerosi gli ospedali e le strutture riabilitative in tutto il mondo che integrano i percorsi di ritorno all’autonomia con le nuove tecnologie virtuali. Il vantaggio di questi sistemi è l’introduzione di uno stimolo virtuale, nel quale l’attenzione del paziente è orientata verso un obiettivo esterno, che consiste in una sfida reale dal punto di vista motorio o cognitivo e allo stesso tempo costituisce un’attività divertente e piacevole anche dal punto di vista ludico.

wii2-228x300

La caratteristica principale della Wii Fit Plus è la Wii Balance Board, una pedana che funziona come due bilance insieme con quattro dinamometri, capace di rilevare il peso corporeo e il baricentro con notevole sensibilità rispetto a tutti gli spostamenti effettuati sia sul piano trasversale (latero-lateralmente) e sia sagittale (antero-posteriormente). Questi spostamenti sono registrati virtualmente con una grafica che raffigura un piano cartesiano bidimensionale; in questo modo si può sapere ad esempio, se il baricentro di una persona è spostato in avanti e verso destra o se le oscillazioni del suo corpo sono più forti sul piano sagittale piuttosto che in quello trasversale. Questo meccanismo di rilevazione permette alla persona che è sopra la balance board, di controllare il suo “avatar” (la rappresentazione virtuale del giocatore) nella esecuzione di vari giochi, spostando il peso del suo corpo nelle varie direzioni.

La tipologia di paziente che può utilizzare la Wii Balance Board, è molto ampia. Nella nostra realtà pazienti con differenti diagnosi cliniche hanno partecipato con successo alle sedute con la Wii, dimostrando grande entusiasmo e coinvolgimento.

A seconda della scelta del gioco e della creatività, il fisioterapista può indurre il paziente a lavorare su molti aspetti motori, sensitivi e cognitivi, ed a vari livelli di difficoltà se incrementa l’attività sulla pedana con altri attrezzi riabilitativi comuni.

Pubblicato su Multiple Sclerosis Journal un nuovo metodo per la riabilitazione dei disturbi di equilibrio nella SM

Lo studio, condotto dal dottor Giampaolo Brichetto della Fondazione Italiana Sclerosi Multipla, ha analizzato l’efficacia di un nuovo metodo di training visivo, utilizzando la pedana “Balance Board Wii” della Nintendo, per migliorare l’equilibrio in un gruppo di persone con SM. I disturbi dell’equilibrio sono comuni nelle persone con SM, e compromettono fortemente la qualità della vita delle persone che ne sono colpite. Potenziare le strategie sensoriali è un obiettivo fondamentale per incrementare l’efficacia della riabilitazione dell’equilibrio nella SM.

Le 36 persone arruolate nello studio sono state selezionate tra i pazienti seguiti presso il Servizio di Riabilitazione Ligure dell’Associazione Italiana Sclerosi Multipla a Genova. Le 36 persone con SM sono state assegnate in modo casuale a due gruppi: un gruppo Wii e un gruppo di controllo che ha seguito una riabilitazione per disturbi di equilibrio tradizionale. I soggetti sono stati valutati con la “Berg Balance Scale” (BBS), con la Modified Fatigue Impact Scale (MFIS) e con misure stabilometriche ad occhi aperti e chiusi che valutano la stabilità dell’individuo in posizione statica eretta.wii-fit-consiole

I risultati hanno evidenziato miglioramenti statisticamente significativi nei punteggi BBS e nella stabilometria ad occhi aperti e chiusi nel gruppo Wii rispetto al gruppo di controllo. Gli autori concludono che lo studio, nonostante la piccola dimensione del gruppo di persone analizzato, dimostra che gli esercizi riabilitativi basati su una piattaforma interattiva di feedback visivo potrebbero essere più efficaci dei protocolli standard di riabilitazione per migliorare i disturbi di equilibrio in persone con SM. Sono necessari ulteriori studi per valutare programmi di esercizi con la Balance Board Wii della Nintendo per una riabilitazione direttamente a casa.
The effect of Nintendo(R) Wii(R) on balance in people with multiple sclerosis: a pilot randomized control study.Brichetto G, Spallarossa P, de Carvalho ML, Battaglia MA. Mult Scler. 2013 Jan 15. [Epub ahead of print]

 

Articolo su Cooperativa Easy

Articolo su AISM.it

Autore:

scrittore, lettore, autore, sognatore

4 pensieri riguardo “La Fisioterapia è anche “WII”

  1. Come appassionato di videogiochi, a fronte di molti pregiudizi, ho sempre cercato di evidenziare che esistono delle applicazioni anche in campo terapeutico. L’articolo che posti è molto interessante perché è una prova che anche in Italia si sta muovendo qualcosa in questo senso. All’estero già sono numerose le sperimentazioni e le conseguenti evidenze scientifiche in diversi campi. Se vuoi, ho scritto anche io qualcosa in merito: Serious games. Terapie con i videogiochi. https://redbavon.wordpress.com/2016/11/30/serious-games-terapie-con-i-videogiochi/
    Spero possa interessarti.
    Ciao

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.