Pubblicato in: Poesie

Piaceri Galeotti

 

Galeotto fu il sogno

fuggitivi i suoi sensi di colpa,

profumi sinceri emanavano le sue voglie,

la mente non si nascondeva

le sue dita sfioravano il piacere

mentre i suoi seni restavano attenti,

la sua schiena era inarcata

mentre il labbro ferito dai denti,

il suo silenzio inginocchiato

mentre i suoi occhi osservavano il suo sguardo

il suo piacere fuori

il suo piacere dentro

il suo piacere veloce

il suo piacere più lento

lei eri sua

il suo piacere era solo per lei

mentre la passione l’avvolgeva

il piacere lasciava e

frantumava la cella

abbandonava la mente

solo per essere libera

 

Piero Cancemi

Piaceri Galeotti – Meetale

Autore:

scrittore, lettore, autore, sognatore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.