Pubblicato in: Racconti, Validi

La storia di u Sceccu

C’era una volta il signor Cannizzaro che con i pochi soldi che aveva accumulato nella vita un giorno decise di comprare un asinello, u sceccu, in un piccolo paese siciliano, per spostarsi con più facilità insieme a suo figlio.

Un giorno il signor Cannizzaro acchiana n’capu u sceccu ed inizia ad andare avanti, mentre il bambino cammina s’agguanta a un armiggio di la sella.

La gente in paese vide passare u sceccu c’avia n’capu u vecchiu, mentri u piccirriddu caminava a peri.

La gente osservava e commentava sottovoce: U vecchiu s’arriposa n’capu u sceccu e lassa a peri u picciriccu. Mischinu u picciriddu! Chi viogna.

Al signor Cannizzaro le voci giunsero a casa sua, così il giorno dopo decise di cambiare.

La matina dopu, u signor Cannizzaro dici a u picciriddu di mettisi iddu n’capu u sceccu. U signor Cannizzaro vulia caminari a peri.

La gente in paese vide passare u sceccu c’avia n’capu u picciriddu, mentri u vecchiu caminava a peri.

La gente osservava e commentava sottovoce: U picciriddu un’avi rispettu pi u vecchiu. Mischinu u vecchiu! Chi viogna.

Al signor Cannizzaro le voci arrivarono a casa sua e il giorno dopo decise di cambiare ancora.

La matina dopu u signor Cannizzaro e u picciriddu si mettunu tutti ru n’capu u sceccu e caminavanu tranquilli.

La gente osservava e commentava sottovoce: U picciriddu e u vecchiu tutti ru n’capu u sceccu. Poviru armalu! Chi viogna.

Al signor Cannizzaro le voci arrivarono a casa sua e il giorno dopo decise di cambiare ancora.

La mattina dopo, il signor Cannizzaro e il bambino decidono di camminare a piedi come il loro asinello.

La gente osservava e commentava sottovoce: U picciriddu e u vecchiu caminanu a peri, puru chi hannu u sceccu. Chi viogna!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ci sarà sempre qualcuno che avrà da ridire sulle nostra scelte, anche se noi proveremo a cambiarle.

Ci sarà sempre qualcuno che pensa di avere ragione, ma noi dobbiamo fare quello che vogliamo e non quello che pensano gli altri. Dobbiamo imparare a ragionare solo con la nostra testa.

Un insegnamento di Caterina Alagna, mia Nonna, che mi ha sempre insegnato tanto.

Non abbiamo mai avuto u sceccu, ma abbiamo e continuiamo ad avere tanto amore.

Piero Cancemi

La storia di u sceccu – mEEtale

Autore:

scrittore, lettore, autore, sognatore

Un pensiero riguardo “La storia di u Sceccu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.