Pubblicato in: Articoli, Validi

Ecco Blue Diary, la Smemoranda visiva per ragazzi con autismo

Smemoranda lancia la prima agenda visiva che può essere riempita con immagini e simboli della CAA

Il cervello delle persone con autismo funziona in modo differente: semplificando, potremmo dire che pensa per immagini. Allo stesso tempo, sapere cosa la aspetta in una data giornata, è fondamentale per una persona con disturbi dello spettro autistico. Da ciò deriva che far vedere concretamente l’organizzazione della giornata, nero su bianco, rappresenta una strategia per definire uno schema di routine più facili da seguire. Lo sanno bene le famiglie di persone con autismo: per fare ciò, infatti, molti genitori ricorrono a soluzioni fai da te, come grandi calendari settimanali suddivisi per dare spazio ad attività prestabilite, indicate attraverso le immagini e i simboli della Comunicazione Aumentativa e Alternativa, che consentono di comunicare concetti semplici come “andare a scuola, mangiare, andare a dormire”. Una mela può essere collegata ai pasti principali, i libri alla scuola e così via.

Per dare uno strumento in più a questi genitori, Smemoranda ha pensato di unire la necessità di organizzazione precisa e la facile comprensività delle immagini e simboli ARASAAC – Portale Aragonese della Comunicazione Alternativa e Aumentativa per realizzare la Blue Diary, la prima agenda visiva per persone con autismo.

smemo

Blue Diary è un’agenda senza scadenza, che può essere impostata secondo le esigenze personali, definendo giorni, settimane ed anni. Ciò che offre Smemoranda è una sorta di intelaiatura che andrà poi arricchita a piacimento. Questa comprende diversi set di immagini e simboli adesivi ideati per indicare gli impegni della giornata o della settimana, accompagnati ad un tabellone planner su cui farli aderire. L’agenda parte come supporto per le difficoltà di comprensione del linguaggio verbale fino a diventare un rinforzo visivo che facilita l’orientamento nella vita di tutti i giorni.

L’agenda speciale è stata creata dall’unione di competenze di un team di professionisti nell’ambito dello spettro autistico, genitori, grafici e planner sulla base di un approccio cognitivo comportamentale. Oltre a Smemoranda, tra i promotori del progetto troviamo infatti Gaudio OnlusFabula Onlus  e Fondazione Facta Limina che hanno presentato la loro creazione a metà novembre presso la Fondazione Feltrinelli a Milano, in occasione di BookCity.

Blue Diary infatti verrà distribuita gratuitamente a chi ne farà richiesta: per averla, basta scrivere a autismogaudio@outlook.it.

 

Articolo su Disabili.com

Autore:

scrittore, lettore, autore, sognatore

Un pensiero riguardo “Ecco Blue Diary, la Smemoranda visiva per ragazzi con autismo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.