Pubblicato in: Libri, Validi

Un volo di farfalla. Come la fede mi ha ridato il sorriso

31ygs2bprd-l-_bo1204203200_Un volo di farfalla. Come la fede mi ha ridato il sorriso è un libro di Rita Coruzzi pubblicato da Piemme nel 2010.

In seguito alla nascita prematura, Rita si trova ad avere gravi problemi alle gambe, unitamente a una fragilità diffusa in tutte le membra. La mamma non si arrende, la piccola nemmeno, ed è l’inizio di un calvario fatto di una serie interminabile di esercizi fisici e sedute di fisioterapia. Fino all’intervento chirurgico, all’età di dieci anni, che pare prometterle di risolvere per sempre il problema di mobilità. E invece. Invece l’operazione non va come sperato e Rita si trova costretta su una sedia a rotelle. Crollate tutte le illusioni di quella vita “normale” che neppure aveva avuto nei primi anni dell’infanzia, Rita cade nella disperazione, finché un giorno ficca gli occhi in quelli di sua mamma e le chiede: “Perché Dio mi ha abbandonata?”. “Dio non ti ha abbandonato, se ti è accaduto questo significa che Lui ha progetti per te sulla carrozzina, gli servi così.” Questa risposta è stata la sua salvezza, l’inizio di un cammino che ha portato Rita a ritrovare la fede e, soprattutto, a ritrovare la vita, scoprendo in sé una insospettata forza interiore che l’ha aiutata a librarsi in volo, vivendo ogni giorno in modo assoluto e profondo, come se fosse l’ultimo, liberandosi da ogni ansia di guarigione e scoprendo finalmente il suo posto nel mondo.

 

Un volo di farfalla. Come la fede mi ha ridato il sorriso – libro su Amazon

Pubblicato in: Libri, Validi

Lo scafandro e la farfalla

scafandro-farfalla-ponteLo scafandro e la farfalla (Le scaphandre et le papillon) è un libro autobiografico del giornalista francese Jean-Dominique Bauby pubblicato nel 1997.

Il libro è stato interamente scritto da Bauby tramite il battito della palpebra del suo occhio sinistro, unico contatto con il mondo esterno. Un collaboratore, Claude Mendibil, gli recitava l’alfabeto secondo l’ordine di maggior utilizzo (in Francia) delle lettere dell’alfabeto (E, S, A, R, I, N, T, U, L, O, M, P, D, C, F, B, V, H, G, J, Q, Z, Y, K, X, W) e Bauby batteva il ciglio alla lettera desiderata..Così, lettera dopo lettera, Bauby dettò parole, frasi e intere pagine. Ogni mattina, prima dell’alba, pensa e memorizza una capitolo da dettare più tardi. Per scrivere l’intero libro ci sono voluti circa 200.000 battiti di ciglio, e per comporre una parola occorrevano due minuti. Il libro fa una cronaca degli eventi giornalieri e della vita di una persona affetta da sindrome locked-in.

Lo scafandro e la farfalla – Wikipedia

Lo scafandro e la farfalla – Amazon