Pubblicato in: Articoli, Libri, Validi

Libri per bambini: due nuovi volumi uovonero parlano di disabilità tra racconti e suggestioni illustrate

Articolo di Francesca Martin

Nella collana I Geodi, il libro Che bambino fortunato! dà idealmente voce al fratello di un bambino disabile, mentre le tavole illustrate di Che cos’è una sindrome? ci spingono in un vortice di suggestioni

Ci siamo già occupati in passato dei libri di uovonero, casa editrice per bambini specializzata nella pubblicazione di volumi che abbracciano la disabilità sia nei contenuti che nella forma, con la proposta di testi che trattano di diversità, e di volumi che possono anche essere fruiti da chi abbia difficoltà o problemi di lettura.

Quella che ci offre uovonero è sempre una lettura non solo accessibile, ma inclusiva, aperta e accogliente: una immersione, con codici verbali e non solo, in ciò che può essere diverso; l’invito, sempre, a fare una piccola corsa in spazi mai scontati abitati dall’altro.

IL RACCONTO DI UN SIBLING
Tra le novità editoriali più interessanti, nella collana I Geodi , dedicata, appunto, al racconto della disabilità, uovonero propone Che bambino fortunato!,  di Lawrence Schimel e Juan Camilo Mayorga, un volume nel quale i disegni costruiscono lo spazio delle pagine dando forma alla voce narrante: quella di un bambino che racconta. Ci racconta che a casa sua si vive in modo un po’ diverso rispetto a come vive il suo amico Carlo: bisogna rimettere sempre gli oggetti al loro posto, bisogna stare attenti a tante cose e avere alcune accortezze quando si gioca. Il che può sembrare una scocciatura, ma non lo è affatto: serve perché il suo fratellino Davide possa trovare gli oggetti, o non si faccia male. Davide, infatti, non vede, ma può fare un sacco di cose, ed è come se avesse dei poteri speciali: ha un’ottima memoria, può leggere anche al buio, e sa inventare delle storie bellissime.
…Essere bambini fortunati significa avere un ottimo amico e un fratello meraviglioso!
Pregio principale di questo volume è quello di dare voce a un sibling, e di raccontare la diversità proprio come farebbe il fratello di un bambino con disabilità: con la naturalezza di chi la vive in casa.
Il libro dà ai piccoli lettori anche la possibilità di provare a cimentarsi con la lettura tattile: nelle ultime pagine viene riportato l’alfabeto Braille con le corrispondenti lettere, invitando i bambini a tradurre le due pagine centrali del volume, scritte appunto con i punti in rilievo. Un modo, questo, per mostrare in che modo legge chi non vede.

Fascia di età:
 dai 7 anni
Autore: Lawrence Schimel
Illustratore: Juan Camilo Mayorga
SPIEGARE LA DISABILITA’
Si rivolge a lettori più grandi (anche adulti, perché no), il volume Che cos’è una sindrome?, composto dalle grandi tavole illustrate di Giovanni Colaneri , sempre per la collana I Geodi.
La prima pagina ci dice già che questo è un libro più di domande che di risposte: un grande punto interrogativo campeggia subito dopo la copertina (ma anche nella copertina stessa, mimetizzato), ma una scala a pioli, piccola ma coraggiosa, ci invita ad affrontare la sfida. Una dopo l’altra, allora, le suggestioni visive accompagnate da un titolo che è anche una domanda ci incalzeranno pagina dopo pagina: la sindrome è una cosa seria? una crisi? un disordine? una salita? un colore, un sentiero, una storia in comune…?. Di certo è qualcosa che ci riguarda: pur avendo tante forme, pur essendo di molti tipi (almeno 1400), chi ha una qualunque delle molte sindromi possibili, è come noi, con gli stessi sentimenti, gli stessi desideri, ma con molte più sfide da vincere davanti a sè. Sfide che può affrontare molto meglio con il nostro supporto.
Allora la risposta, se una risposta c’è, sta lì, nella piccola scala appoggiata al ?: sta nel nostro coraggio e nella nostra capacità di immergerci, forse, in tutto questo, senza paura di smarrirci, senza paura di non capire la lingua, senza paura di lasciarci catapultare altrove.

Fascia di età:
 dai 7 anni
Autore: Giovanni Colaneri

Per info:

www.uovonero.com

Articolo su Disabili.com

Pubblicato in: Articoli, Libri, Video

film Mio fratello rincorre i dinosauri

Mio fratello rincorre i dinosauri è un film del 2019, tratto dall’omonimo romanzo di Giacomo Mazzariol. Il protagonista, Giacomo ne combina di tutti i colori a suo fratello, bambino con sindrome di Down.

Giacomo è un ragazzo che vive a Pieve di Cento, con i genitori Davide e Katia e le sorelle Chiara e Alice. Un giorno riceve la notizia che presto avrà un fratello, che si chiamerà Giovanni (Gio). Alla nascita del fratellino, Giacomo e la sua famiglia scoprono che Giovanni ha la sindrome di Down. Inizialmente Giacomo è felice, perché crede che il fratellino sia una specie di supereroe, ma col tempo capirà che i genitori gli hanno lasciato credere qualcosa di ben diverso dal reale.

Anni dopo, Giacomo deve scegliere una scuola superiore assieme a Vittorio, il miglior amico di sempre. Giacomo decide di entrare nella sua stessa scuola, persuadendo Vittorio a seguirlo. Arrivato a scuola, Giacomo soffre per la propria timidezza e vorrebbe essere simile ai compagni più grandi, ed entra nel gruppo della sua amata, soprattutto per fare colpo su Arianna. Decide allora di entrare nella band musicale dei due ragazzi che ritiene più ammirati della scuola. Ciononostante, Giacomo si sente spesso a disagio e non riesce a dire a nessuno di avere un fratello con sindrome di Down. Il suo silenzio sull’argomento si trasforma a poco a poco in una bugia sempre più grossa.

Giacomo scopre poi che il gruppo in cui suona ha un canale YouTube, e lo fa vedere anche alla famiglia. Il piccolo Giovanni decide allora di fare anche lui dei video e li mette su YouTube aiutato da Vittorio. Giacomo scopre i video, perché alcuni suoi compagni li vedono, li cancella facendo ricadere la colpa su un gruppo neonazista inesistente.

Non potendo trascurare l’accaduto, la famiglia del ragazzo indice una protesta contro il presunto movimento neonazista, a cui partecipano anche Giacomo, Arianna e la sua classe. Deciso finalmente a smettere con le bugie, Giacomo confessa pubblicamente di aver cancellato i video di Giovanni e di aver mentito riguardo al fratello.

Giacomo ha deluso tutti e tutti sono arrabbiati con lui. Con il passare del tempo però, chiede scusa alla sua famiglia, alla sua classe e soprattutto a Vittorio e Arianna, ridiventando di nuovo migliori amici.

 

Mio fratello rincorre i dinosauri – Wikipedia

Mio fratello rincorre i dinosauri – Libro su Amazon

Pubblicato in: Libri, Validi

Cancro. La linea di partenza per la tua rinascita

51afi8x2rel._sx328_bo1204203200_Il cancro non è un punto di arrivo, ma la linea di partenza per la tua rinascita!

L’esperienza del mio primo cancro in giovane età – a soli 18 anni – mi ha insegnato che nei momenti difficili della vita, anche se spesso siamo circondati da tante persone, in realtà siamo soli. Mi ha insegnato che se si vuole ottenere qualcosa o anche “solo” vivere meglio, bisogna rimboccarsi le maniche e darsi da fare.

Il mio secondo cancro – esattamente 20 anni dopo – inoltre mi ha insegnato che non si finisce mai di imparare e che a volte bisogna arrivare al fondo, per poter risalire e rinascere nuovamente.

Il mio percorso di crescita personale mi ha portata alla consapevolezza che cambiare, o anche semplicemente migliorare, si può, partendo da piccoli passi quotidiani, che porteranno inevitabilmente a grandi conquiste future.

Questo libro è il frutto dei miei studi e della mia conoscenza in campo olistico/umano, parla dei 23 punti di forza, che ogni essere umano, senza distinzione di età, sesso o razza, ha e invita con semplici ma efficaci esercizi pratici a prendersi la responsabilità della propria vita, soprattutto in un momento difficile, come quello della malattia.

Un libro pratico-teorico, in realtà, utile a tutti coloro che credono che il cambiamento non è solo una fase naturale dell’esistenza, ma un atteggiamento costruttivo della propria evoluzione.

 

Cancro. La linea di partenza per la tua rinascita – Macrolibrarsi.it

Cancro. La linea di partenza per la tua rinascita – Amazon

Pubblicato in: Libri, Validi

Mi riprendo la vita con una mano sola

51q8o4ap7wl“Questa vita meravigliosa che oggi vivo, me la sono ripresa e l’ho ricostruita con una mano soltanto, e ne sono più fiera di quanto non sarei mai stata se in quella notte tutto non fosse stato stravolto. Dicono che solo chi ha il coraggio di osare può riuscire a volare in alto, e anche se non sempre ritrovarsi in caduta libera è una scelta, tocca a noi scegliere se continuare a precipitare, o tentare l’impossibile e imparare a volare” Valentina era una bellissima ragazza bionda di ventitré anni, era una fotomodella dal futuro promettente, aveva una bella famiglia e un fidanzato che amava. L’11 ottobre di dieci anni fa un terribile incidente automobilistico la priva del braccio destro: due interventi chirurgici per salvarle la vita, quattro giorni di coma, il risveglio, la presa di coscienza che nulla sarebbe più stato come prima e il ritorno a casa dove ci si ritrova a muoversi tra le proprie cose in modo diverso. Semplici gesti quotidiani come scrivere, legarsi i capelli, allacciarsi le scarpe, truccarsi, diventano improvvisamente montagne da scalare. E rischia di andare in crisi anche il rapporto con gli affetti di sempre, con la famiglia e gli amici, che improvvisamente non bastano più servono altri aiuti perché le uniche parole che riesci ad ascoltare in quei momenti sono quelle di chi ci è passato prima di te. Occorreva accettare la nuova Valentina, reagire, reinventarsi una nuova vita, fare i conti con la disabilità. Ci voleva coraggio, e lei quel coraggio l’ha avuto. Dopo il buio, Valentina sceglie la Vita. Il suo percorso di rinascita passa attraverso la scelta di una protesi, la decisione di iscriversi alla facoltà di Psicologia per imparare ad aiutare persone che hanno subito traumi come il suo e una bella storia d’amore che la riconcilia con l’altro sesso dopo i comprensibili complessi del dopo incidente. Finalmente il debutto in società della nuova Valentina che ha deciso coraggiosamente di far conoscere la sua storia partecipando al Grande Fratello e pubblicando questo libro perché dice: “Quando avevo due braccia potevo abbracciare una persona. Ora che ne ho uno potrò farmi abbracciare da un Paese intero.”

 

Mi riprendo la vita con una mano sola – libro Amazon

Pubblicato in: Libri, Validi

Pensare in immagini

513smgmrqkl-_sx318_bo1204203200_Pensare in immagini. E altre testimonianze della mia vita di autistica è un libro di Temple Grandin, pubblicato da Edizioni Erickson nel 2001.

Attraverso questo racconto-saggio “dall’interno” dell’autismo, l’autrice fornisce un documento umano nel quale apre una finestra sulla vita e sull’interiorità, cognitiva ed emotiva, delle persone autistiche. Senza tingere di rosa l’autismo, né minimizzare quanto esso l’abbia esclusa, dalla compagnia, dai piaceri, dalle gratificazioni e dalle possibilità che per molti di noi possono costituire buona parte di quella che chiamiamo “vita”, l’autrice delinea un quadro ben diverso dalle immagini che la parola “autismo” comunemente evoca.

Una lettura preziosissima e ricca di spunti per genitori, insegnanti, psicologi,
educatori, e per tutti coloro che, in un modo o nell’altro, sono a contatto con
l’autismo e con le sue «zone d’ombra».

 

Pensare in immagini – Amazon

Pubblicato in: Libri, Validi

La sua vita non ha prezzo. Il disabile in famiglia

51jk-bzwj2l-_sx301_bo1204203200_La sua vita non ha prezzo. Il disabile in famiglia è un libro scritto da José Davin, pubblicato da Edizioni Paoline nel 2001.

La problematica che ruota intorno all’handicap/disabilità in famiglia è affrontata in 17 capitoletti, agili nell’esposizione, ricchi di esperienze e di un’umanità che si concretizza in coraggio e amore da parte dei familiari e in solidarietà e aiuto da parte di parenti, amici, conoscenti. Assicurare un posto dignitoso a ogni essere umano, anche quando i suoi limiti fossero enormemente ingombranti: questa è la sfida lanciata dalle persone handicappate, e accettata dalle famiglie e dagli amici, dagli specialisti e dai volontari che si fanno carico dell’ “accompagnamento”. Contro ogni tentazione di prevaricare contro il “diritto alla vita” dei soggetti più deboli e indifesi, un principio incontestabile viene qui asserito: ogni vita umana è un tesoro prezioso, un diritto inalienabile. Dal concepimento alla morte, attraverso l’educazione, il lavoro, l’espressione affettiva e sessuale, l’esistenza di una persona disabile assume tutta la dignità di un progetto umano integrale. Si tratta di accoglierlo, accompagnarlo e realizzarlo in nome di una solidarietà irrinunciabile, di un’autentica e “sacra” opzione a favore della vita. Di fronte alle deviazioni criminali di una interpretazione dell’eugenetica, che non concorda con i principi cristiani, ci pare necessario ribadire il principio irrinunciabile del rispetto di ogni vita da quando comincia fino al suo naturale compimento.

 

La sua vita non ha prezzo – libro – Amazon

Pubblicato in: Libri, Pensieri e Citazioni, Validi

Compromessi

piero“…Il mio ego ha smesso da tempo di ingigantirsi, accorgendomi del valore delle semplici cose che prima ignoravo solo perché non riuscivo ad apprezzarle. Troppo facile non prestare attenzione alle piccole cose, alla bellezza dei nostri sensi e al potere delle nostre potenzialità…Spero solo che chi sta male non seguirà mai il mio esempio, le cose belle non durano in eterno, quindi godiamocele il più possibile prima di raggiungere compromessi con noi stessi. Penserò a come deve essere bello camminare, a come deve essere bello saltare, a come deve essere bello riuscire a stare in piedi, a come deve essere bello avere una vita in salute, quella vita priva di alterazioni ma ricca di benessere. Adesso mi è rimasto di saldare i conti con la vita e sono disposto a farlo…”

[Piero CancemiLa bestia non si ferma]

libro La bestia non si ferma – Amazon

Pubblicato in: Libri, Validi

L’uomo che credeva di essere morto e altri casi clinici sul mistero della natura umana

51yqvy-lm3l-_sx335_bo1204203200_

L’uomo che credeva di essere morto e altri casi clinici sul mistero della natura umana è stato pubblicato in Italia nel 2013 dalla Mondadori. E’ un libro scritto da Vilayanur Subramanian Ramachandran, un neuroscienziato indiano, meglio conosciuto per il suo lavoro nei campi delle neuroscienze del comportamento e della psicofisica.

Perché alcune persone ci attraggono sessualmente? Perché ci affascina una certa melodia, un quadro o un tramonto? Come è nato il linguaggio? Come fa il cervello a dare origine alla coscienza? Ognuno di noi, almeno una volta, si sarà posto qualcuna di queste domande, accontentandosi magari di risposte improvvisate, oppure rassegnandosi a ritenerle insolubili. Il famoso neuroscienziato Vilayanur S. Ramachandran le considera invece stimolanti per approfondire ulteriormente, con il suo inconfondibile stile intuitivo “alla Sherlock Holmes”, lo studio di quell’affascinante enigma che sono ancor oggi le connessioni tra corpo, mente e cervello. Il metodo da lui adottato non si basa infatti su astruse categorie filosofiche, ma sull’osservazione concreta di pazienti che, a causa di difetti genetici o di lesioni cerebrali, presentano sintomi stravaganti e in apparenza inspiegabili: tra i casi più singolari, quelli di chi, pur avendo subito l’amputazione di un arto, continua ad avvertirne vividamente l’anomala presenza, di chi “vede” le note musicali o sente il sapore degli oggetti che tocca, fino all’uomo che viveva credendo di essere morto. Riuscire a decifrare fenomeni così bizzarri – sostiene l’autore – vuol dire scoprire sempre qualcosa di nuovo sul funzionamento del cervello umano, una strepitosa macchina che non finirà mai di stupire non solo per le sue “dotazioni” iniziali, ma soprattutto per la straordinaria evoluzione dei neuroni nell’incredibile viaggio che ha portato dai primati a Einstein.

 

L’uomo che credeva di essere morto e altri casi clinici sul mistero della natura umana – libro – Amazon

Pubblicato in: Libri, Validi, Video

Basta guardare il cielo

61rkb6xjfjl-_sx324_bo1204203200_Basta guardare il cielo (titolo originale Freak the Mighty) è un libro di Rodman Philbrick, pubblicato nel 1993.

Freak the Mighty – Wikipedia

Max è un ragazzo grande e grosso e, dicono tutti, un po’ scemo. Kevin ha una rara malattia che ha impedito al suo corpo di svilupparsi. Sono tutti e due soli, ma sono anche la cura che serve all’altro, perché se Max ha gambe forti, così forti da bastare per due, Kevin possiede immaginazione e intelligenza anche per Max. E insieme non sono più né Max né Kevin: insieme sono Freak The Mighty, una creatura capace di qualsiasi cosa. Anche la più impossibile: non farli sentire più né stupidi né malati, ma solo splendidamente vivi.

Basta guardare il cielo (The Mighty) è un film di Peter Chelsom del 1998, basato sul romanzo Freak the Mighty di Rodman Philbrick.

 

Basta guardare il cielo – libro – Amazon

Basta guardare il cielo – film – Amazon