Pubblicato in: Articoli, Libri, Validi

“Gli Apelibrai”: il nuovo progetto della libreria gestita da persone diversamente abili

apelibrai1-980x540

A Ceparana, in Liguria, la libreria gestita da persone diversamente abili “Il Libro dei Sogni” ha dato vita al progetto “Gli Apelibrai”: librerie itineranti che, proprio come le api, volano di borgo in borgo per promuovere la cultura dell’inclusione… – La storia

Dodici anni fa a Ceparana, in Liguria, è nata Il Libro dei Sogni, una libreria gestita da persone diversamente abili. L’iniziativa parte dal desiderio di invertire i luoghi comuni sulla disabilità, per dimostrare che i disabili sono prima di tutto persone che possono dare un servizio e rendersi utili per la comunità, con bisogni ma soprattutto con autonomie e potenzialità diverse.

Oggi nella libreria, sotto la supervisione di un educatore, lavorano attivamente 4 persone disabili, ognuno con il suo ruolo specifico: dall’accoglienza del cliente, alla ricerca del libro, dalla vendita, agli scontrini. Grazie al quotidiano impegno e alle collaborazioni con scuole, associazioni culturali e biblioteche, la libreria è diventata un luogo di riferimento per molti clienti, provenienti anche dai paesi limitrofi e dall’Alta Val di Vara. Tante delle attività sono rivolte principalmente ai più piccoli, come per esempio il corso di lingua inglese e quello di pittura.

L’anno scorso è stato ideato e avviato un nuovo progetto: Gli Apelibrai, una libreria itinerante allestita su un Piaggio ape, dotato di una scaffalatura in legno e di un impianto di luce a led. Perché proprio l’ape? L’ape è un insetto noto per la sua utilità, in quanto impollinatore, ed è considerato un indicatore biologico della buona qualità ambientale. Gli Apelibrai, proprio come le api, voleranno di borgo in borgo e promuoveranno la vera culturadell’inclusione che passa attraverso esperienze da condividere insieme: le api sono infatti anche emblema di una comunità laboriosa.

L’apecar gira per i paesi dell’entroterra spezzino per portare libri dove non ci sono librerie, offrendo non solo la possibilità di compare ma anche di partecipare ad attività e laboratori. Il catalogo è stato accuratamente composto e conta circa 500 titoli, tra volumi per bambini, libri per persone con deficit uditivi/visivi (in particolare audiolibri) e disturbi vari dell’apprendimento quali DSA, BES, ADHD, saggi e manuali di supporto per insegnanti e genitori. Si possono trovare libri nuovi ma anche usati a prezzi più bassi.

 

articolo su Il Libraio.it

Pubblicato in: Articoli, Validi

Ictus e riabilitazione: un milione di italiani convive con le sue conseguenze invalidanti

riabilitazione-ictus-anziano

Si registrano meno decessi ma più disabilità conseguenti. Ma poche regioni italiane hanno protocolli di riabilitazione

Prima causa di disabilità nell’adulto, l’ictus è un  evento  che può comportare una vasta gamma di deficit di tipo funzionale, che richiedono pertanto una serie di interventi di riabilitazione differenziati, a seconda della gravità del danno cerebrale.
Ma è proprio sul fronte riabilitativo che si rilevano delle lacune, considerando che 50.000 persone perdono ogni anno l’autonomia a causa della patologia.

6 REGIONI SU 21 – Sarebbero solo sei le Regioni in Italia ad offrire percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali aggiornati e attivi per la riabilitazione di pazienti post-ictus. Si tratta di: Valle d’Aosta, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Liguria, Emilia-Romagna e Marche. Nelle restanti Regioni la documentazione che regola questo ambito di erogazione delle cure sanitarie non è aggiornata, è dichiarata non operativa o non è del tutto pervenuta.
È questa in sintesi la mappa del nostro Paese che emerge dalla prima fase dello Studio “La Riabilitazione post-ictus in Italia” realizzato dall’Associazione per la Lotta all’Ictus Cerebrale (A.L.I.Ce. Italia Onlus). Lo Studio è stato presentato mercoledì al Convegno “Dopo l’ictus cerebrale: percorsi di neuroriabilitazione in Italia tra competenze e passione”, organizzato da A.L.I.Ce. Italia Onlus e Fondazione Santa Lucia IRCCS nell’ambito delle iniziative per la XIII Giornata Mondiale contro L’Ictus che si celebra domenica 29 ottobre. Continua a leggere “Ictus e riabilitazione: un milione di italiani convive con le sue conseguenze invalidanti”