Pubblicato in: Libri, Racconti, Validi

Una Settimana e un Sorriso

racconto presente nel libro LA BESTIA NON CORRE pubblicato nel 2013 da Vertigo Edizioni
(3° posto al concorso “Salvatore Quasimodo”; Attestato di Merito al concorso “Luce dell’Arte”; Segnalazione di Merito al concorso “LeggiadraMente”)

Featured Image -- 3451Un giorno come tanti per Riccio. Ritornò a casa molto stanco dal lavoro, si sdraiò sul letto e mise le mani dietro la testa poggiata sul cuscino. Fissava la parete bianca sguarnita sopra di lui e cominciò, come al solito, a pensare, scontrandosi con vortici di immagini che avrebbero rappresentato i probabili futuri che desiderava, quei futuri formati da possibili combinazioni, senza che mai si fosse presentata alcuna occasione per poterli trasformare in qualcosa di concreto. Si accontentava di pensare ai suoi progetti e ai suoi desideri, non riuscendo mai a farli diventare qualcosa di reale.

Riccio viveva da solo in appartamento e con il passare del tempo era diventato una persona noiosa e abitudinaria. Aveva fatto tante scelte importanti nella sua vita, ascoltando esclusivamente la sua impulsività ed evitando i compromessi presentati nel percorso della sua crescita. Aveva avuto una vita disordinata e molto movimentata ma, a causa della sua malattia, si era tranquillizzato così tanto e così pesantemente che, sporadicamente, pensava di non essere più in grado di reggerne il peso.

Riccio stava male perché aveva smesso di sperare, aveva smesso di credere e aveva smesso di sorridere. Per attenuare le sue tristi notti insonni ricominciò a fumare marijuana solo per assentarsi mentalmente prima di dormire, per vivere sogni che continuavano il cammino dei suoi pensieri che lo vedevano correre felice.

1. Una sera come tante si sporse in piedi dalla finestra della sua stanza, per fumarsi la solita mezza canna prima di andare a letto. Notò che dalla finestra di fronte, ma del piano superiore, si era alzata la tapparella e a seguire si era accesa una luce nella stanza. Lui fumava la sua canna e guardava incuriosito. Erano le 23:40 e non aveva mai visto quella luce accesa a quell’ora. A un tratto vide affacciarsi una persona. Capì che era una donna, ma non vedeva bene il volto, a causa dell’oscurità della notte e dalla distanza di circa dieci metri che li separava, vedeva solo lunghi capelli scuri ondulati. Vide la donna accendersi una sigaretta; lui nel frattempo era giunto a mezza canna, diede un’ultima boccata e la spense a metà nel posacenere, chiuse la finestra e si mise a letto assuefatto dal thc.

2. Il mattino seguente Riccio andò in ufficio, si sedette alla sua postazione e procedette con il suo semplice lavoro davanti al Pc. Come al solito prestava poca attenzione alle futili chiacchiere dei colleghi e continuava a lavorare, ligio al dovere. Al termine della giornata tornò a casa e seguì la solita sequenza di azioni che lo portarono davanti alla finestra, allo stesso orario della sera precedente, con lo scopo di terminare la mezza canna lasciata nel posacenere. Erano le ore 23:45 e la luce della finestra di fronte si accese. Si ripeté la stessa scena della sera prima, lui fumava mezza canna e la misteriosa persona di fronte, una sigaretta. Questa volta il tempo di condivisione dedicato a fumare aumentò di qualche minuto e ogni tanto uno dei due lanciava uno sguardo verso l’altro. Al termine della canna Riccio diede l’ultima boccata e spense la cicca nel posacenere. Questa volta Riccio non fece i soliti pensieri autolesionisti sulla vita, questa volta si addormentò con una nuova curiosità. Continua a leggere “Una Settimana e un Sorriso”

Pubblicato in: Articoli, Validi

Lidlize it: la marijuana ora si acquista al supermercato

La marijuana ora si acquista al supermercato, l’iniziativa di Lidl
La catena tedesca Lidl ha messo in vendita in Svizzera pacchetti di cannabis legale, con un basso contenuto di Thc, la sostanza psicoattiva, ma alto contenuto di cannabidiolo, che ha effetto rilassante e serve a calmare gli effetti dell’ansia ma anche della sclerosi multipla

lidl-2

Non più solo frutta, verdura, salumi pasta e carne. Adesso nei Lidl in Svizzera si può comprare anche la marijuana, seppure quella light. La catena di supermercati tedesca ha iniziato a mettere in vendita anche pacchetti di sigarette alla cannabis nella confederazione elvetica.

La cosa è perfettamente legale perché, secondo quanto prescritto dalle leggi del Paese, il prodotto contiene meno dell’1 per cento di Thc, il principio psicoattivo, ma ha un’alta concentrazione di Cbd, il cannabidiolo che viene utilizzato per calmare gli effetti dell stress, dell’ansia e anche della sclerosi multipla

Un pacchetto di “canne” tra i 15 e i 17 euro

Il pacchetto da 1,5 grammi con cannabis coltivata indoor costa 17,99 franchi svizzeri (circa 15 euro) mentre quello da 3 grammi con cannabis coltivata in serra costa 19,99 franchi, circa 17 euro. Queste sigarette sono prodotte da una piccola impresa locale che si chiama The Botanicals, che commercializza anche creme cosmetiche. Come spiega l’Ufficio federale per la sanità pubblica, “i prodotti a base di cannabis con un THC inferiore all’1% non sono soggetti alla legge sugli stupefacenti e pertanto sono sempre più utilizzati a fini commerciali, in particolare quelli contenenti la sostanza CBD, non inebriante “.

“Il produttore utilizza i metodi dell’agricoltura sostenibile senza aggiungere sostanze chimiche, sintetiche o geneticamente modificate”, ha garantito il Lidl in una nota quando ha iniziato la vendita che per ora è limitata alla svizzera tedesca e romanda, quella francofona. “Lidl Svizzera presta particolare attenzione alle esigenze dei suoi clienti nella progettazione di una linea di prodotti. In Svizzera, i prodotti a base di cannabidiolo sono legali e sono in vendita sul mercato da molto tempo e ci sono altri commercianti che li vendono”, ha spiegato una portavoce dell’azienda.

 

Articolo su Europa.Today.it

Pubblicato in: Articoli, Validi

Bastano 2mila euro per iscriversi al master in marijuana a Padova

Durerà un anno e servirà a studiare le caratteristiche etno-botaniche ed etno-farmacologiche della pianta

Hemp lies on the kitchen table at Sisters of the Valley near Merced

Arriva il master in marijuana. A crearlo è stata l’università di Padova. L’obiettivo del corso di studio è che lo studente apprenda le caratteristiche etno-botaniche ed etno-farmacologiche della pianta denominata Cannabis sativa, ai fini del suo utilizzo nei diversi ambiti farmaceutico e medicinale, agroindustriale e alimentare.

La sede del corso ̬ presso il Dipartimento di neuroscienze e prevede una quota di iscrizione di 2 mila e 40 euro. La domanda Рma per essere ammessi ̬ prevista anche una prova scritta Рva presentata entro il 19 settembre 2017.

 

Articolo su Huffpost

Pubblicato in: Articoli, Validi

Marijuana Terapeutica

Articolo di Ivano Abbadessa
e-cigarette-woman_-131114Così inali la dose giusta di marijuana terapeutica

Le sigarette elettroniche possono essere un modo più sicuro ed efficace per inalare cannabis a scopo terapeutico. Scienziati dell’Università di Losanna hanno infatti creato uno speciale olio a base di cannabis per e-sigarette, scoprendo che la vaporizzazione di questa infusione fornisce al paziente livelli utili di cannabinoidi. Secondo il team svizzero l’assunzione di erba attraverso la sigaretta elettronica sarebbe più sana rispetto a fumare marijuana con il tabacco, e permetterebbe agli utenti di avere microdosi regolari di principi attivi del farmaco per tutto il giorno.

Articolo su west-info